Vite al limite, il linfedema degenera e distrugge la paziente che stava dimagrendo tanto

Una paziente di Vite al Limite in serio pericolo a causa del linfedema. La malattia degenere mentre la donna stava dimagrendo.

In ogni puntata di Vite al limite emergono storie davvero dolorose. Il percorso che fanno i pazienti del dottor Nowzaradan è molto complicato e richiede una grande forza d’animo. Le condizioni di salute molti partecipanti al reality, che in Italia viene trasmesso su Real Time, sono spesso molto gravi. Molti dei pazienti del dottor Younan Nowzaradan soffrono di gravi forme di obesità e, dunque, di invalidità. La loro vita è fortemente compromessa ed è proprio quando hanno toccato il fondo che decidono di dire basta.

Vite al limite linfedema
Paziete degenera all’improvviso/Foto IG younannowzaradan (nspower.it)

Quello che accomuna questi pazienti sono un passato molto doloroso e difficile, causato spesso da abusi fisici e psicologici. Questo ha generato in loro un grave problema con il cibo e dei disturbi alimentari. L’obesità di cui soffrono queste persone è una condizione che può guarire soltanto con un intervento di chirurgia e, dunque, un bypass gastrico. Un’operazione molto pericolosa, ma che è l’unica che può salvare la vita dei pazienti.

Paziente di Vite al limite colpita da linfedema, come sta la donna

Una delle pazienti più problematiche del dottor Younan Nowzaradan è Tracey Crum Mattews, una donna gravemente obesa che ha avuto un’insolita perdita di peso a causa di una malattia che l’ha colpita oltre l’obesità. La donna aveva solo 44 anni, ma la sua vita era in pericolo e il suo caso molto complicato. Il dottor Nowzaradan ha dovuto lavorare molto per aiutare la sua povera paziente. La donna pesava 274 chili, ma il problema non è solo questo perché a Vite al limite hanno partecipato pazienti anche più in sovrappeso.

linfedema degenera e distrugge la paziente
Una storia triste per il Dr Now/Foto IG younannowzaradan (nspower.it)

Il problema di Tracey era legato al grave linfedema che aveva alle gambe, una malattia che è dovuta all’accumulo anomalo di liquidi negli arti. Così la paziente aveva le gambe grosse non soltanto per il tessuto adiposo in grandi quantità e, dunque, la situazione era veramente disperata. Questa condizione, assieme a quella della cellulite, le rendeva molto difficile camminare e Tracey viveva come una disabile.

Inizialmente Tracey è riuscita a perdere 40 chili rapidamente, ma è ingrassata di nuovo dopo la visita del dottor Nowzaradan. Quest’ultimo le ha proposto così di interrompere la dieta, ma la donna determinata ha voluto continuare il programma. Nove mesi dopo ha perso 75 chili, arrivando a pesare 199 kg sulla bilancia. Il dottor Younan Nowzaradan però le ha fatto un intervento insolito, ovvero rimuovere la pelle in eccesso dalle gambe.

Purtroppo il linfedema è una malattia che non può guarire e Tracey ha dovuto fare i conti con questa triste realtà, anche se è dimagrita. La donna il 19 aprile scorso è stata ricoverata in ospedale per questa malattia. I medici non riuscivano a trovare le vene a causa della grossa quantità di liquidi nel corpo della paziente.

Impostazioni privacy