GUIDA PER VIDEO MARKETING DI SUCCESSO

Perché fare Video Marketing

Stai pensando di realizzare un video da pubblicare sui social ma non sai da che parte iniziare, qual è il contenuto più adatto e quale formato usare?

Ecco una piccola guida che ti aiuterà a realizzare video marketing di successo. Ma prima di iniziare è bene considerare un po’ di statistiche che ci permettono di comprendere meglio l’importanza di investire nel video marketing. Basta sapere che:

  1. Il 64% degli utenti, che hanno visualizzato un video, ha più probabilità di acquistare un prodotto
  2. L’utente medio è esposto a circa 32.3 video al mese
  3. Includere un video esplicativo nella home page del sito web di un’azienda può aumentare i tassi di conversione fino all’80%
  4. Se i video sono abbastanza coinvolgenti, il 76% degli utenti condividerà i contenuti del brand.
  5. I video possono aumentare del 53% le probabilità che un’azienda compaia nella prima pagina delle ricerche Google.

Ogni anno il consumo dei video aumenta del 100% e anche nel 2018 il video marketing sarà il trend dell’anno.

Passiamo ai contenuti, cosa funziona e in che formato pubblicare.

I video explainer sono il must del video marketing.  Se ne trovano da ormai un po’ di tempo sulle home page dei siti internet di aziende di ogni genere. Stiamo parlando di quei brevi video carini e divertenti che parlano dell’attività di un’azienda, attraverso cui raccontare chi sei, cosa fai e quali sono i valori dell’azienda.  Come si crea un explainer video virale? Fai sorridere le persone e catturale con un po’ di humor. Metti a fuoco il problema e inquadra i punti focali di interesse dei tuoi potenziali clienti. Usa una grafica accattivante per tenere alta l’attenzione. Cerca di mostrare il tuo prodotto in azione. Fai vedere cosa può fare e non eccedere i 2 minuti di durata. Il tempo è fondamentale per una comunicazione facile, veloce e d’impatto.

I video testimonianza, ovvero i video in cui si dà voce ai clienti che raccontano la lo esperienza con il prodotto dell’azienda.  Raccontare storie attraverso il video è un modo molto efficace per regalare emozioni, coltivare relazioni ed emozionare il pubblico. Le storie esprimono le informazioni rilevanti che evocano emozioni e creano un’esperienza indimenticabile. Un modo veramente efficace per creare Storytelling è quello di produrre testimonianze video di consumatori e clienti.

E poi ci sono gli spot in cui viene mostrato in che modo i prodotti di un brand possono soddisfare le esigenze e i bisogni dei clienti, risolvendo i loro problemi. Sono video pensati per coinvolgere, emozionare e divertire il pubblico.

Hai deciso che tipo di video creare? Bene, passiamo al formato.

Ogni social media ha un formato video con caratteristiche bene precise.

Facebook è il social network su cui si registrano più di 4 miliardi di visualizzazioni video, più della metà sui dispositivi mobili. Se il tuo obiettivo è interagire col pubblico e ottenere un maggiore engagement di like, commenti e condivisioni, Facebook è il social che fa al caso tuo. Ma ricorda, i video devono avere una risoluzione massima di 1280×720 pixel, un peso di massimo 1GB ed una durata non superiore ai 20 minuti.

Youtube è la piattaforma video per eccellenza. I video caricati su Youtube sono consigliati per chi intende puntare sulla definizione della propria audience. La piattaforma è di proprietà di Google, per cui ai contenuti video vengono attribuiti rank più alti rispetto ai video caricati su altre piattaforme, il che significa avere maggiori probabilità di comparire nelle prime posizioni dei risultati del motore di ricerca su particolari parole chiave. La durata massima dei video da caricare su YouTube? 11 ore.

Usa Instagram per raggiungere un target giovane. Con un limite di 60 secondi e la possibilità di caricare solo da mobile, lo short form è il formato più adatto per Instagram, oltre che a Twitter e Snapchat. Il lancio di un prodotto o un breve video realizzato durante un evento sono i contenuti che ottengono maggiori visualizzazioni.

Ricorda:

Il marketing non è più una questione di cosa sai produrre, ma di che storie sai raccontare.

Seth Godin