Tutto il mondo in allerta, ritrovata la predizione di Isaac Newton: la data dell’Apocalisse è vicina

La storia del mondo potrebbe cambiare per sempre dopo il ritrovamento della predizione di Isaac Newton sull’Apocalisse. 

Si parla spesso di fine del mondo, Apocalisse, disastri di varia natura che potrebbero mettere fine per sempre all’umanità. Tuttavia quando le parole arrivano da Isaac Newton, quando avviene un ritrovamento di tale importanza destinato forse a cambiare le sorti dell’umanità, tutto assume ovviamente una connotazione differente.

mondo in allerta
La fine del mondo secondo Isaac Newton (nspower.it)

Non è più qualcosa di lontano, superstizioso o poco probabile, sembra essere molto dettagliato, realistico e quindi altrettanto spaventoso per gli esseri umani. Un documento di questo tipo non era mai stato rinvenuto prima d’ora.

La data dell’Apocalisse secondo Isaac Newton

Isaac Newton nel 1704 attraverso l’ausilio di calcoli matematici perfettamente corretti e quindi attendibili, diede al mondo una previsione di quella che sarebbe stata l’Apocalisse. Non solo quindi alcuni dettagli su cosa sarebbe accaduto, mediante studi e analisi in materia, ma molto di più. Lo studioso, tra le menti maggiori di tutti i tempi, andò a redigere una data precisa. Questa documentazione è stata successivamente smarrita e quindi non si è avuta notizia di quanto predetto fino ad oggi.

la data dell'Apocalisse
Quando avverrà l’Apocalisse (nspower.it)

La sua personale previsione della fine del mondo però non è qualcosa di magico o misterioso, cosa che solitamente connota i soggetti che si occupano di questo tipo di analisi bensì è un’analisi di tipo scientifico. Mediante l’utilizzo della Bibbia, dei suoi racconti e anche in relazioni ai calcoli, il documento riporta non solo l’Apocalisse come data della fine del mondo ma anche il momento storico in cui Cristo tornerà sulla Terra. Secondo Newton infatti questa data era ancor più importante della fine del mondo perché avrebbe riportato proprio Cristo tra gli uomini per poter determinare nuovamente la pace globale.

La spiegazione delle analisi secondo gli esperti del settore

Queste analisi sono state condivise e spiegate dal professore di storia Stepgen D. Snobelen che ha analizzato i documenti e li ha resi comprensibili per tutti. Questi ci ha tenuto anche a specificare che, a differenza di tutti coloro che si spacciano come possessori del sommo sapere, di quanto la vita umana finirà e anche di tutto ciò che compete gli esseri umani e la loro durata sulla Terra, quella di Newton è una previsione particolare.

Dai documenti emerge come la sua Apocalisse sia infatti nel 2060 non perché rappresenti del tutto la fine della vita. Questo sarà l’inizio di un nuovo mondo dato proprio dal ritorno di Cristo sulla Terra. Isaac Newton non è stato solo un teologo e filosofo ma anche un fisico e matematico di fama internazionale, un uomo in cui convergevano quindi saperi molto differenti. Tra i suoi studi maggiori vi sono i Principi matematici di filosofia naturale, le teorie sulla gravità, le leggi del moto. È il padre della fisica moderna oltre ad essere colui che ha segnato un punto di svolta nel mondo matematico, tanto da segnare un prima e un dopo.

Impostazioni privacy